Whatsapp down per mezza mattinata, e tutto il mondo va in panico

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 19 Gennaio 2020 15:32 | Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio 2020 16:29
Whatsapp down domenica 19 gennaio per mezza mattinata, e tutto il mondo va in panico

Whatsapp down per mezza mattinata, e tutto il mondo va in panico (Foto d’archivio Ansa)

ROMA – Basta che WhatsApp sia down per mezza mattinata, e tutto il mondo va in panico. La frenesia di mandare messaggi (soprattutto gli odiatissimi vocali), foto, video, posizioni, emoticon, emoji, posizioni, contatti ha fatto riversare milioni di persone su internet (per la precisione su Google) per cercare di capire, per provare a non impazzire. E così è accaduto regolarmente anche domenica 19 gennaio.

Ecco a cosa siamo ridotti: dipendenti da una chat di messaggistica, in overdose di rapporti mediati e telematici. Perché impiegare quelle ore di libertà dalla schiavitù della notifica per parlare con chi ci è intorno? Per conoscere il nostro vicino? Per tessere relazioni sociali nella comunità in cui viviamo ogni giorno e non solo con amici, parenti, conoscenti e a volte pure sconosciuti necessariamente distanti da noi? Perché non provare a vedere cosa è quel negozio nuovo aperto sotto casa anziché camminare con la testa sempre china su uno schermo?

I problemi di Whatsapp.

Le comunicazioni attraverso la popolare app di messaggistica sono condizionate da problemi tecnici (ebbene sì, può succedere anche questo), come hanno segnalato utenti di diversi paesi. In particolare il profilo Twitter @Wabetainfo, sempre informato sulle novità dell’app, evidenziava che fosse impossibile inviare audio, video, gif, foto e stickers. Il tweet è seguito da repliche di utenti che scrivono dal Brasile, dall’Indonesia, dall’India, dal Pakistan per segnalare problemi. E, come prevedibile, l’hashtag #whatsappdown è schizzato al top tra le tendenze. Le anomalie, segnalate nella tarda mattinata italiana, sono via via scomparse nel corso della giornata. (Fonte Adnkronos).