Amy Winehouse, Lady Gaga accusa i paparazzi: “Avete ucciso una superstar”

Pubblicato il 27 Luglio 2011 15:24 | Ultimo aggiornamento: 27 Luglio 2011 15:24

Lady Gaga (Foto LaPresse)

LONDRA, 27 LUGLIO – A pochi giorni dalla tragica e inaspettata morte di Amy Winehouse, la sua collega cantante Lady Gaga la ricorda lanciando una critica ai media ossessionati dalle celebrità e pronti a esasperare le loro fragilità.

“È una lezione per il mondo. Non uccidete la superstar, prendetevi cura della sua anima”, ha detto Lady Gaga nel corso di un’intervista a una radio americana, la Omaha 94.1. “Non ero nessuno quando lei è venuta fuori” ha detto la star, aggiungendo che le capitava di essere scambiata per la Winehouse quando andava in giro.

Già su Twitter, subito dopo la notizia della morte della collega, Lady Gaga aveva postato un omaggio per la cantante di Back to Black: “Amy ha cambiato la musica pop per sempre. Ricordo che sapevo che c’era speranza e che mi sentivo meno sola grazie a lei”.

Dopo la morte, gli album di Amy Winehouse hanno ripreso a scalare le classifiche. Secondo i dati diffusi da Nielsen SoundScan, Back to Black è tornato al nono posto nella classifica degli album, con 37 mila copie vendute negli Usa la scorsa settimana. L’opera di debutto, Frank, ha invece venduto 7 mila copie. Una parte degli acquisti è composta da download digitali. La scorsa settimana sono state scaricate 111 mila tracce della cantante, con un incremento del 2 mila per cento. Rehab la canzone più scaricata.

Il giorno dopo il funerale il padre di Amy Winehouse, Mitch,ha annunciato: “Ero con mio cugino a New York, quando l’ho saputo e subito ho pensato di creare una Fondazione Amy Winehouse, qualcosa per aiutare ciò che lei amava, i bambini, i cavalli, ma anche coloro che lottano contro l’abuso di sostanze”.