Cara Delevingne attacca R. Kelly per le molestie e perde 50mila follower

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 gennaio 2019 5:50 | Ultimo aggiornamento: 11 gennaio 2019 23:55
Cara Delevingne attacca R. Kelly per le molestie e perde 50mila follower

Cara Delevingne attacca R. Kelly per le molestie e perde 50mila follower (Foto Ansa)

LONDRA –  L’attrice e supermodella britannica Cara Delevingne attacca il rapper R. Kelly, accusato di aver molestato diverse donne e ragazzine nella sua carriera, e perde oltre 50mila follower su Instagram. Lo ha spiegato lei stessa. 

Le accuse di molestie e abusi sessuali che sarebbero stati perpetrati dall’artista sono da tempo di dominio pubblico, ma è solo in seguito al documentario trasmesso in questi giorni dalla rete televisiva Lifetime che è stata aperta un’inchiesta sul caso.

“Surviving R. Kelly” riporta molte accuse di molestie sessuali nei confronti del rapper e ripercorre tutti gli scandali che lo hanno visto protagonista. Giovedì la modella britannica, 26 anni, aveva pubblicato un post su Instagram in cui criticava il rapper.

“Ieri sera ho visto il documentario Surviving R Kelly e sono così sconvolta e indignata per quanto tempo è passato”, ha scritto, pubblicando una foto di John Legend, che nel documentario denuncia il rapper. “Il mio cuore si rivolge a tutte le vittime dei suoi abusi fisici e emotivi e alle loro famiglie”. Delevingne ha poi elogiato gli artisti Legend, Keke Palmer, Vince Staples, Chance the Rapper, Jada Pinkett Smith e Lady Gaga per essersi opposti “a questo mostro”.

“I follower che ho perso chiaramente non sono d’accordo con ciò che ho da dire”, ha scritto oggi Delevingne su Instagram. “Nel 2019, voglio essere più aperta al confronto. Il confronto non è violenza comunque, è comunicazione. Qualcosa in cui ancora mi diverto. Mi è sempre stato insegnato a evitare lo scontro a tutti i costi, il che mi ha fatto tacere per gran parte della mia vita, il silenzio causa la soppressione e la soppressione causa la malattia”.