--

Lecce: è morto a 82 anni Uccio Aloisi, il “cantore della pizzica”

Pubblicato il 22 Ottobre 2010 17:16 | Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2010 17:33

E’ morto ieri in ospedale a Lecce, dove era ricoverato da qualche tempo, all’età di 82 anni, Uccio Aloisi, celebrato cantore della pizzica che, nonostante le sue precarie condizioni di salute, ha partecipato anche all’ultima edizione della “Notte della Taranta” alla fine dell’agosto scorso.

Uccio (Antonio) Aloisi era nato nel 1928 a Cutrofiano, un piccolo paese del Basso Salento e per tutta la vita ha lavorato la terra, estratto il tufo nelle cave, scavato pozzi di acqua sorgiva, fatto decine di altri mestieri. Aveva anche una voce di straordinaria qualità e sempre ha affiancato il lavoro al canto.

Un giorno, insieme col suo caro amico Uccio Bandello, vicino di campo agricolo e morto nel 1998 a 81 anni, e Uccio Melissano, forma il suo primo gruppo di cantori, “Li Ucci”, e insieme propongono moltissime serate. Diventano così famosi che si esibiscono anche fuori dal loro Salento, in Italia e all’estero. Aloisi era l’unico sopravvissuto dei tre ed era considerato ”il grande mattatore della pizzica e della melodia popolare salentina”.

La sua professionalità e il suo carattere sono stati di esempio per molte generazioni di musicisti che si sono avvicinati alla musica popolare della terra del Salento. Nei suoi spettacoli eseguiva la musica tradizionale salentina, dagli stornelli (i suoi preferiti) ai canti d’amore, ai “canti alla stisa”, fino alla frenetica pizzica-pizzica. Nel corso della sua carriera artistica ha anche duettato con i Buena Vista Social Club.