Andrea Diprè: “Sesso, droga e cash sono i pilastri della mia filosofia di vita”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Febbraio 2015 15:22 | Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio 2015 15:58
valentina nappi

Valentina Nappi intervistata da Diprè

ROMA – Per Andrea Diprèsesso, droga e cash sono i tre pilastri della sua filosofia di vita. Diprè, 40 anni, si racconta al Giornale: “Ho talento e mi adoro. La Lega ha capito che ero dotato e così ha preferito silurarmi”.

Diprè confessa a Sonia Bedeschi del Giornale

di sentirsi frustrato e di riuscire ad evadere solo attraverso la droga che “mi ha salvato la vita”. Ma il suo obiettivo rimane quello di diffondere il Dipreismo e di concretizzarlo magari in un tempio costruito nel deserto dove regna il piacere assoluto.

Ha sempre i suoi contanti in tasca, i suoi piaceri, le sue muse ispiratrici. Basta guardare il suo portafoglio per capire il suo tenore di vita, senza bancomat, senza Banca e quasi sempre accompagnato e scortato quando esce di casa.

Diprè non risparmia retroscena su politici e gente dello spettacolo.

Come quando commenta la foto di Matteo Salvini che ricorda di avere conosciuto a Telepadania: “Avrei potuto essere un parlamentare della Lega se avessi parlato un po’ più politichese, hanno capito che ero troppo dotato e mi hanno segato!”. Segue un fuori onda esilarante che coinvolge proprio Matteo Salvini. Del resto Andrea è un quarantenne senza filtri e paladino della verità che addirittura non può permettersi di citare i personaggi che gli mostriamo altrimenti “Dovrebbero pagarmi “.