Varyag, la portaerei “usata” di Pechino ha preso il largo

Pubblicato il 15 Dicembre 2011 13:08 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2011 14:32

PECHINO – La Varyag, ex portaerei di fabbricazione ‘sovietica’ comprata dalla Cina dall’Ucraina e rimessa in sesto, ha preso il largo per la sua prima esercitazione nel Mar Giallo. La scoperta è stata fatta grazie ad una foto satellitare scattata dalla società privata Usa DigitalGlob Inc.

La Varyag, gemella dell’unica altra portaerei russa, l’Ammiraglio Kuznetsov, venne varata nel 1988, solo tre anni prima del crollo dell’Urss. Nel 1998 fu ceduta, di fatto solo uno scafo vuoto privo di tutta la parte elettronica, ad una società cinese privata, la Chong Lot Travel Agency,per 20 milioni di dollari. In teoria doveva essere convertita in un casinò o un albergo galleggiante. Poi il governo la rilevò e la completo e al momento intende usarla come unità di addestramento in attesa di realizzare altre due portaerei autarchiche.

(Foto Ap/LaPresse)