Francia-Germania: possibili accordi su Tobin Tax, ma non su eurobond

Pubblicato il 22 Maggio 2012 9:02 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2012 9:48

PARIGI – Con la Francia sono ''possibili'' alcuni compromessi su diverse proposte francesi per rilanciare la crescita ma le posizioni restando ''in disaccordo'' sugli eurobond. Lo ha detto Pierre Moscovici, ministro dell'economia francese – che ieri ha incontrato il collega tedesco Wolfgang Schaeuble – spiegando ''ci sono dei compromessi'', sul rafforzamento del capitale della Banca europea degli investimenti (BEI), l'impiego di fondi strutturali inutilizzati e una tassa sulle transazioni finanziarie.

Moscovici è convinto che un'uscita della Grecia dall'euro potrebbe causare un contagio della crisi del debito di dimensioni ''imprevedibili'' e forse ''incontrollabili'': per questo la Francia vuole ''fare tutto'' il possibile per evitarlo, con ''azioni per rilanciare la crescita e ridare speranza ai greci''.

L'uscita di Atene, ha detto il ministro dell'Economia francese, ''causerebbe un contagio le cui dimensioni non sono prevedibile e forse incontrollabili''