Prodi contro la Germania: "Il loro cinismo ci costa"

Pubblicato il 24 Giugno 2012 10:35 | Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2012 12:04

ROMA, 24 GIU – ''La situazione è così imbarazzante da raggiungere quasi l'assurdo: la Germania sta infatti da qualche mese predicando di volere creare l'Europa federale ma rifiuta di compiere qualsiasi passo per avvicinarsi a questo obiettivo, mentre la Francia mantiene ancora la sua posizione di distanza nei confronti dell'Europa federale ma sembra essere disposta a prendere le decisioni concrete che conducono verso questa conclusione''.

Lo scrive nell'editoriale sul Messaggero Romano Prodi, analizzando in particolare l'incontro a quattro che si è svolto a Roma tra i responsabili di governo di Francia, Italia, Germania e Spagna.

Un incontro, sottolinea, importante perché ''confronto aperto tra Paesi con interessi diversi, ponendo quindi fine ai prevertici a due nei quali Germania e Francia pretendevano invano di parlare a nome dell'intera Unione Europea'', positivo per ''la volontà di dedicare la cospicua somma di 130 miliardi a progetti di investimento a livello europeo'' e per ''la dichiarazione di volonta' riguardo alla tassazione sulle transazioni finanziarie (la cosi' detta Tobin Tax)''.

Tuttavia, sottolinea, ''di tutte queste decisioni non sono state specificate le modalita' e soprattutto i tempi di attuazione, aspetti importantissimi perche' la casa sta bruciando e non si possono attendere anni per chiamare i pompieri''.