Andrea Crisanti, il virologo candidato con il Pd attacca Salvini: “Con lui ci sarebbero state 300mila vittime di Covid e saremmo alleati di Putin”

Andrea Crisanti, il virologo candidato con il Pd attacca Salvini: "Con lui ci sarebbero state 300mila vittime di Covid e saremmo alleati di Putin". La reazione alle sue parole e la difesa di Letta.

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Agosto 2022 - 19:16 OLTRE 6 MESI FA
crisanti foto ansa

Andrea Crisanti, il virologo candidato con il Pd attacca Salvini: “Con lui ci sarebbero state 300mila vittime di Covid e saremmo alleati di Putin” (foto Ansa)

“Salvini critica la mia candidatura con il Pd? Forse dovrebbe pensare a tutti gli errori di valutazione che ha commesso, sia in politica estera che sulla sanità pubblica. Se fossimo stati nelle sue mani ora ci sarebbero 300mila vittime di Covid al posto di 140mila e oggi saremmo allineati con Putin. Salvini critica me, ha altre cose a cui pensare”. A dirlo è il microbiologo Andrea Crisanti candidato nelle liste del Pd. Il virologo ha parlato a “The Breakfast Club” su Radio Capital.

“L’Italia – ha continuato Crisanti su Radio Capital – ha bisogno di persone con competenze scientifiche ma ci siamo stancati di avere in politica tecnici non votati”.   

La Lega attacca Crisanti: “Non si specula sui morti”

Dopo le dichiarazioni del virologo, la Lega ha replicato con i parlamentari bergamaschi Daniele Belotti e Simona Pergreffi: “Gli attacchi di Crisanti a Salvini sono a dir poco vergognosi. Ci chiediamo solo con che coraggio riesca a speculare sui morti. Letta smentisca al più presto il candidato nelle liste del Pd, che di ‘tecnico’ e ‘super partes’ sembra avere ben poco. Dove erano i Dem quando il governo giallorosso trattava i nostri territori come ‘appestati’ e la nostra comunità veniva falcidiata? Sono stati a Bergamo e Codogno?”

I due parlamentari hanno aggiunto: “I lombardi e gli italiani non hanno la memoria corta e ricordano bene come, mentre le regioni a guida Lega cercavano di sconfiggere in ogni modo il virus e gestire un’emergenza senza precedenti, Crisanti passava le sue giornate in Tv e i progressisti se ne stavano con le mani in mano, cercando di capire il da farsi. Il virologo politicizzato, dunque, si rivolga ai suoi compagni”.

Per Salvini, Crisanti “è un esperto di zanzare”

“‘Crisanti? Un esperto di zanzare’. Il prof. Giorgio Palù, virologo padovano di fama internazionale e presidente dell’Agenzia Italiana del farmaco, parla così del ‘tele-virologo’, oggi candidato dal Pd”. Salvini è entrato sulla vicenda ed ha replicato su Twitter alle accuse a lui rivolte da Crisanti. Il leader della Lega, dopo queste parole ha postato un video in cui Palù smentisce che Andrea Crisanti sia un virologo. 

Letta difende Crisanti: “A destra prevale la cultura no vax”

Sulla vicenda è arrivato infine il commento di Enrico Letta. Anche il leader del Pd si è affidato a Twitter: “La gragnuola di reazioni alla candidatura di Crisanti chiarisce che a destra prevale la cultura no vax. Ha ragione Crisanti, se avessero governato Salvini e Meloni nel 2020 quante migliaia di decessi in più avremmo avuto? Ce li ricordiamo gli aprire, aprire, aprire”.