Torino, Beppe Grillo: “Primarie Pd? Traghettano i morti”

Pubblicato il 4 Marzo 2011 20:15 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2011 20:15

Beppe Grillo

TORINO -”Oltre 52 mila persone sono andate a votare? Non vuol dire niente, voi state traghettando dall’aldilà dei morti. Noi siamo vivi, non ci dovete rapportare a delle persone che sono in politica da 40 anni”: è il commento di Beppe Grillo sulle primarie che domenica scorsa hanno incoronato Piero Fassino a candidato del centro sinistra alla carica di sindaco di Torino.

Secondo Grillo, il capoluogo piemontese merita altro: ”Ci siamo stufati di essere attorniati da morti che voi portate in vita attraverso i vostri medium – ha detto rivolgendosi ai giornalisti – perché  non sono media, ma medium. Torino è il comune più indebitato d’Italia, perché i vostri amministratori fanno gli amministratori delegati, non i sindaci. Comprano i derivati senza sapere che cosa sono, indebitando le generazioni future. Ma ci può essere un’economia diversa, ci può essere un’amministrazione diversa per questa città straordinaria.

Grillo era  a Torino venerdì 4 marzo per presentare il candidato a sindaco del Movimento 5 stelle, Vittorio Bertola, e la lista dei 32 candidati a consigliere comunale. Bertola è un ingegnere di 36 anni, imprenditore, esperto di nuove tecnologie (è stato uno dei fondatori di Vitaminic).

[gmap]