Berlusconi convocato al Copasir: “Sorpreso e incredulo”

Pubblicato il 4 Novembre 2010 18:50 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2010 18:50

Silvio Berlusconi

Sorpresa e incredulità per una convocazione che non ha ragioni di essere. Silvio Berlusconi, nel corso del vertice notturno con lo stato maggiore del partito e diversi ministri, ha commentato con alcuni interlocutori l’invito di Massimo D’Alema, presidente del Copasir, a comparire di fronte all’organismo di controllo dei servizi segreti.

Dopo aver ribadito di non aver fatto nulla di male, il premier avrebbe espresso tutto il suo stupore per la richiesta dell’ex presidente del Consiglio: è  una cosa che non esiste, la mia scorta non ha niente a che fare con tutta questa vicenda che è e resta una montatura dei giornali, avrebbe ragionato il premier secondo quanto riferito da alcuni presenti.

Berlusconi, sempre secondo il resoconto fornito, avrebbe poi difeso ed elogiato gli uomini che si occupano della sua sicurezza, sostenendo la loro assoluta e completa professionalità. Chi lo ha ascoltato, proprio sulla base delle parole pronunciate, esclude che il premer sia intenzionato a presentarsi di fronte al Copasir.