Berlusconi: “Non cerco un incontro col papa, c’è solo qualche parroco caduto nella trappola delle menzogne contro di me”

Pubblicato il 14 Agosto 2009 - 22:58 OLTRE 6 MESI FA

Nessun incontro in programma con il papa. Per il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, non ce n’è bisogno: «Non ho mai inseguito un incontro con le alte gerarchie ecclesiastiche o con il Papa perché i nostri rapporti non sono assolutamente cambiati e sono quelli di sempre».

Per il premier, raggiunto dai cronisti all’aeroporto di Olbia mentre stava per imbarcarsi per Roma, quindi, con la Santa Sede non c’è nulla da chiarire.

Berlusconi, quindi, lancia l’affondo ai giornali cattolici che l’hanno criticato in questi ultimi giorni: «C’e’ qualche parroco che e’ caduto nella trappola delle menzogne e delle bugie che hanno scatenato  contro di me, ma sono appunto solo falsità».

Facile ipotizzare un riferimento diretto al direttore del quotidiano dei vescovi Avvenire  Dino Boffo che aveva parlato di «disagio, mortificazione e sofferenza» causate alla Chiesa «da una tracotante messa in mora di uno stile sobrio» .

Berlusconi, invece,  ha tenuto a precisare che con il Vaticano e con il Santo Padre i rapporti sono ottimi: «’Il Santo Padre mi ha onorato con un messaggio in occasione del G8 e con un riferimento molto importante nella sua enciclica a temi anche da me sollevati».

Non è mancata, infine, la stoccata polemica contro l’opposizione. Dalla sinistra, per il premier, «solo spazzatura e calunnie», frutto di una «campagna denigratoria personale contro di me».