Compleanno di Tremonti, Bossi e Calderoli gli regalano una “Storia di Roma”: “Per sconfiggerli bisogna conoscerli”

Pubblicato il 19 agosto 2010 8:08 | Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2010 8:08

Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti

”Per batterli bisogna conoscerli”:  questa la dedica sul libro ‘Storia di Roma’ di Indro Montanelli regalato per il compleanno al ministro Giulio Tremonti dai colleghi Umberto Bossi e Roberto Calderoli.

”L’importante è vincere, non partecipare”, ha spiegato Calderoli. ”Non sempre è possibile – ha aggiunto Bossi – a noi riuscirà”. Nel corso della cena, svoltasi mercoledì 18 agosto nell’albergo di Calalzo che in questi giorni fa da base agli incontri dei ministri, c’è stata anche una telefonata del presidente del consiglio Silvio Berlusconi.

”Mi ha confermato – ha spiegato Bossi – il nostro prossimo incontro del 25 agosto a Lesa sul Lago Maggiore”. La cornetta è passata quindi al titolare dell’albergo, Gino Mondin, animatore della serata, che ha intrattenuto a lungo il premier invitandolo a visitare Calalzo e successivamente si è presentato con addosso una divisa comunista cinese.

Nel dopocena, cui è stata invitata la stampa, Bossi e Calderoli hanno raccontato aneddoti del primo leghismo militante, mentre Tremonti – che ha continuato a schivare qualunque domanda dei giornalisti – sollecitava a Mondin il racconto di tristi e comiche esperienze personali da emigrato in Italia e all’estero.