Casini rilancia sulle larghe intese: “Io con Berlusconi ma con altri compagni di viaggio”

Pubblicato il 19 luglio 2010 19:36 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2010 19:48

Pier Ferdinando Casini conferma che ci potrebbe essere un governo di larghe intese. In un’intervista rilasciata al Tg3, il leader dell’Udc ha detto: ”Berlusconi e Casini potrebbero ritrovarsi insieme in un governo di larga coalizione se tra i partiti ci si rendesse conto che stiamo veramente affondando questo Paese. Non si tratta di prendere una nave e di metterci sopra Berlusconi e Casini; si tratta di avere altri compagni di strada e cercare soprattutto di risolvere i problemi degli italiani”.

Alla domanda su quando potrebbe decollare questo progetto, Casini ha replicato: ”Quando maturerà questa consapevolezza. Io non sono un maniaco delle larghe intese, io credo che in Italia siano necessarie decisioni impopolari, che nessun governo ha il coraggio di prendere per paura di perdere le prossime elezioni”.

Secondo il leader centrista anche Bossi dovrà “arrendersi” a questa soluzione: ”Io penso che Bossi sia davanti a un bivio: o si limita ad avere una sorta di utilità marginale, che gli consente di taglieggiare il governo, o anche lui agisce in nome di un respiro diverso, magari in nome del federalismo. Ma di un federalismo, vero, non di uno spot”.