Caso Lusi, Bianco ai pm: “Nessun mandato né accordo di spartizione”

Pubblicato il 23 Aprile 2012 18:43 | Ultimo aggiornamento: 23 Aprile 2012 19:06

ROMA – Al tesoriere della Margherita Luigi Lusi non fu affidato alcun mandato fiduciario e non c'e' stato alcun accordo tra le correnti per la spartizione dei fondi residui. Lo ha detto Enzo Bianco, presidente dell' assemblea federale della Margherita, ai pm romani che lo hanno sentito come testimone la sera di venerdi' scorso, ma la notizia e' trapelata oggi, nell'ambito dell'inchiesta sull'appropriazione di fondi dalle casse del partito da parte del senatore Lusi.

Bianco ha sostanzialmente ribadito quanto già dichiarato dagli altri vertici del partito, Francesco Rutelli e Giampiero Bocci, a loro volta sentiti come testimoni dal procuratore aggiunto Alberto Caperna e dal sostituto Stefano Pesci.

L'inchiesta vede Lusi indagato per appropriazione indebita. Almeno 20 milioni di euro gli ammanchi finiti nel mirino degli inquirenti di piazzale Clodio.