Cgil: “70.000 esodati rischiano di rimanere senza stipendio né pensione”

Pubblicato il 14 Febbraio 2012 11:13 | Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio 2012 12:03

ROMA – ''Senza stipendio e senza pensione. E' il rischio che corrono almeno 70 mila persone (gli "esodati") se non si interviene subito sulle pensioni''. E' quanto afferma la Cgil in un twitter che interviene sulla decisione, annunciata ieri dal ministro Fornero, di non modificare le norme sulle pensioni nell'ambito dell'iter del decreto Milleproroghe.

Per la Cgil ''si deve intervenire su esodi passati e futuri: crisi aziendali non sono finite'' e in particolare l'intervento del governo sulle pensioni ''produce molti guasti: tra questi la scure che si abbatte su persone che hanno perso e perderanno lavoro per crisi''.