Comunali Avigliana, vince il fronte No-Tav. Ko Chiamparino e Fassino

Pubblicato il 8 Maggio 2012 10:55 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2012 10:55

TORINO – Ad Avigliana lo scontro era tra Sì Tav e No Tav. Da una parte c’era Angelo Patrizio, dichiaratamente contro il treno e capo di una coalizione che la Tav non la vuole. Dall’altra c’era il candidato più “istituzionale” Aristide Sada, sponsorizzato da Piero Fassino che ad Avigliana è nato. Non gli è bastato, come non gli è bastata la foto con il segretario del Pd Pier Luigi Bersani.

Nella città “cerniera” tra Torino e la Val di Susa ha vinto lo schieramento No Tav, con un sindaco, Patrizio, scelto dall’ex sindaco del Pd e appoggiato dal Movimento a Cinque Stelle, da Nichi Vendola,  e da una serie di liste civiche. Patrizio ha raccolto il 48% dei voti mentre il suo avversario si è fermato al 34%.

Sconfitto, quindi, il fronte Sì Tav, idea caldeggiata da Sergio Chiamparino e sposata dai vertici del Pd. A chiamarsi fuori, cautamente, è stata la Lega che si è presentata con un suo candidato che ha ottenuto il 17.7% dei voti.