Festa Casa Pound, “no al raduno dei neofascisti”. Interrogazione Pd ad Alfano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 settembre 2013 0:06 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2013 0:07
Festa Casa Pound, "no al raduno dei neofascisti". Interrogazione Pd ad Alfano

Festa Casa Pound, “no al raduno dei neofascisti”. Interrogazione Pd ad Alfano

TREVISO – La festa nazionale di CasaPound, in programma dal 12 al 15 settembre a Revine Lago, è finita in Parlamento. Tutti i deputati veneti del Pd, su iniziativa di Alessandro Naccarato interessato dall’Anpi regionale, hanno depositato un’interrogazione al ministro dell’Interno, Angelino Alfano, per chiedere “quali provvedimenti intenda adottare per evitare che si diffonda l’ideologia neofascista e per garantire l’ordine pubblico”.

“E’ grave – rileva il deputato Simonetta Rubinato – che a un movimento di chiara ispirazione neofascista, portatore di messaggi razzisti e xenofobi, sia consentito di poter diffondere l’ideologia fascista in violazione della nostra Costituzione. C’è il rischio concreto, vista la conformazione del luogo privato in cui si terrà la festa di Casa Pound e per la concomitanza con altre manifestazioni già da tempo programmate sul territorio, che si possano verificare problemi di ordine pubblico”.

Per la collega trevigiana Floriana Casellato, “i sindaci della vallata, insieme agli amministratori dell’intera Provincia e a tutti coloro che hanno responsabilità civili, devono vigilare e riflettere su questa grande provocazione avanzata dai giovani fascisti di Casapound. Lo ritengo – conclude Casellato – un attacco alla nostra storia e una profonda offesa a tutti i giovani morti per la libertà, la democrazia e la nostra Costituzione”.