“Firme false” per la lista Formigoni: altri due non rispondono ai pm

Pubblicato il 18 Aprile 2011 - 18:46 OLTRE 6 MESI FA

MILANO – Anche il consigliere provinciale di Pavia Gianluigi Secchi e il consigliere provinciale di Monza Massimo Vergani, come gli altri quattro consiglieri provinciali indagati nell'inchiesta della Procura di Milano sulle presunte firme false per la lista di Roberto Formigoni, hanno deciso di non rispondere alle domande del procuratore aggiunto Alfredo Robledo, che nei giorni scorsi ha notificato a loro un invito a comparire con l'accusa di falso ideologico. Stamani non avevano risposto al Pm i consiglieri provinciali milanesi Marco Martino, Massimo Turci e Nicolo' Mardegan e quello provinciale di Varese Franco Binaghi, mentre l'unica a rispondere davanti agli inquirenti era stata il consigliere provinciale milanese Barbara Calzavara. Questo pomeriggio anche gli altri due consiglieri Secchi e Vergani si sono avvalsi della facolta' di non rispondere. Nell'inchiesta ci sono anche altre sette persone indagate per cui l'interrogatorio e' fissato nei prossimi giorni. .