Fisco a Cortina, Galan: “Propaganda poliziesca”

Pubblicato il 5 Gennaio 2012 18:46 | Ultimo aggiornamento: 5 Gennaio 2012 18:55

VENEZIA – Il blitz dell'Agenzia delle Entrate a Cortina d'Ampezzo per l'ex ministro e gia' governatore veneto Giancarlo Galan sa di ''trovata propagandistica'', fatta da ''un fisco poliziesco che a me non piace''. ''Andare a Cortina – sottolinea Galan – quando e' sotto gli occhi del mondo e' inutile e autolesionistico, noi italiani siamo bravissimi a farci del male''.

''Non pagare le tasse e' odioso – rileva Galan – la mia ricetta e' che siano di meno e che per chi non le paga le sanzioni siano piu' alte''. Il sistema delle Agenzie delle Entrate, aggiunge lanciando una stoccata all'ex collega Tremonti, ''non mi piace, e' stato costruito in un modo odioso, eliminando cose che non funzionavano ma anche cio' che andava bene e creando un qualcosa che non va''.

''L'evasione fiscale – conclude Galan – e' un reato osceno ma il vero problema in Italia e' l'elusione, cioe' quel sistema che permette di trovare il modo di aggirare le regole e di non pagare, rispettando la legge, cio' che sarebbe giusto dare allo Stato''.