Governo, Bersani: “No ai pannicelli caldi, si formalizzi la crisi”

Pubblicato il 11 Novembre 2010 12:47 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2010 12:48

Pier Luigi Bersani

Per il leader del Pd Pier Luigi Bersani è ora di far uscire allo scoperto la crisi di governo. ”Attenzione ai pannicelli caldi e a perdere tempo – ha detto il segretario democratico bocciando l’ipotesi di un Berlusconi bis – Il Paese ha bisogno di organizzare una ripartenza e di ripristinare un confronto politico. La crisi va messa in chiaro e nessuno può perdere tempo”.

”Non si può viaggiare su increspature e traccheggiamenti – ha incalzato il leader del Pd – il Paese ha bisogno di ripartire”. Per Bersani è necessario ”fare una legge elettorale per uscire dalla sbornia del personalismo e io, se toccherà a me, non metterò il mio nome sul simbolo del Pd”.

”Sento che da Seul Berlusconi dice che in questo momento ha qualche difficoltà. – aggiunge Bersani in una conferenza stampa indetta in origine per parlare del crollo di Pompei – Noi possiamo esprimere una solidarieta’ umana per le sue difficoltà ma qui c’è un Paese che ha un certo numero di difficoltà”.

”Nei giudizi su questa crisi politica – ha affermato Bersani – si rischia di perdere di vista l’essenziale. Se il centrodestra è  in crisi, è perché ha sbagliato il rapporto con il Paese nella piu’ grave crisi economica dal dopoguerra. Non si litiga per motivi di carattere e inimicizia ma perché c’è il fallimento di un’azione di governo sbagliata e avvitata sui problemi del premier”.