Di Pietro a Bersani: “Svegliati e uniamoci, il Governo cadrà presto”

Pubblicato il 13 maggio 2010 12:43 | Ultimo aggiornamento: 13 maggio 2010 13:03

“Il governo può cadere dall’oggi al domani e poi va a finire che scatta l’emergenza e noi non siamo preparati. In un momento del genere rivolgo una accorata preghiera a Bersani: non possiamo più dire che è troppo presto per formare la coalizione. Non è una cosa che si fa dalla mattina alla sera, noi dobbiamo essere pronti se no finisce come nel Lazio”: lo afferma Antonio Di Pietro, intervistato da Repubblica.

“Dobbiamo formare una coalizione con una serie di proposte sui problemi del Paese, non contro qualcuno. E’ il momento di scegliere un leader” – sottolinea il leader dell’Idv – Per quanto mi riguarda dico che non dovrebbe essere un segretario di partito. Sarebbe un errore e non sto dicendo di no a Bersani o mettendo il bastone nelle ruote di qualcuno. Sto solo dicendo che noi segretari dovremmo occuparci della squadra affidando la candidatura a un leader di sintesi che porti serenità e pacificazione sociale, che possa parlare a tutti, anche a chi ormai non vota più”.

“Noi abbiamo una professionalità che ci dà piu serenità rispetto ad un centrodestra piduista, fascista e xenofobo – conclude Di Pietro – Lo facciano anche gli altri. Ma ripeto non sto facendo sgambetti a nessuno. Io che sono visto come un estremista, come un duro e puro non sono certo indicato a individuare il pacificatore sociale con una personalità di altissimo livello”.