Governo: “Estrema emergenza finanziaria”

Pubblicato il 12 Dicembre 2011 8:21 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2011 8:24

ROMA – L'esposizione del governo ''ha preso le mosse dalla situazione di estrema emergenza finanziaria ed economica'' in cui si trova il Paese e ha ''ribadito l'imperativo di mantenere invariati i saldi'' della manovra ''nonché la composizione e la natura strutturale dei provvedimenti''. E' quanto si legge in una nota di palazzo Chigi

''Il Presidente del Consiglio Mario Monti, accompagnato dai Ministri Piero Giarda, Elsa Fornero, dal Vice Ministro Vittorio Grilli e dal Sottosegretario Antonio Catricalà, ha ricevuto questa sera i Segretari generali della CGIL Susanna Camusso, della Cisl Raffaele Bonanni, della Uil Luigi Angeletti e dell'UGL Giovanni Centrella, che, alla vigilia dello sciopero generale, hanno ribadito le loro valutazioni critiche su diversi aspetti del decreto legge approvato dal Governo il 4 dicembre scorso'', si legge nel comunicato diffuso da palazzo Chigi al termine dell'incontro con i sindacati.

''Da parte sua, il Governo ha fornito precisazioni e chiarimenti nell'intendimento di rappresentare dettagliatamente gli elementi di equità presenti nel decreto. La presentazione del Governo ha preso le mosse dalla situazione di estrema emergenza finanziaria ed economica che ha investito il nostro paese all'interno della più vasta crisi europea. In particolare, il Governo ha ribadito l'imperativo di mantenere invariati i saldi del pacchetto in discussione in Parlamento, nonché la composizione e la natura strutturale dei provvedimenti. E' stato ricordato che il decreto include solo i provvedimenti più urgenti, ma ad essi seguiranno altre misure per completare il processo delle riforme avviato. In conclusione, il Presidente del Consiglio Mario Monti ha osservato come il Governo in questi giorni abbia ascoltato attivamente il Parlamento e questa sera i rappresentanti sindacali. Alla luce delle opinioni raccolte – conclude la nota -, il Governo renderà note le sue determinazioni nel più breve tempo possibile''.