“Grillini” e Italia dei Valori: fino di un idillio?

Pubblicato il 24 Giugno 2010 - 16:21 OLTRE 6 MESI FA

Sembra arrivato a incrinarsi l’idillio politco tra il movimento di Beppe Grillo e l’Italia dei Valori. Un sodalizio di intenti nato dalle ultime elezioni amministrative, il 29 marzo scorso. Il MoVimento 5 stelle aveva raggiunto la quota record di 400mila preferenze, attirandosi accuse da destra e dal Pd, che come sempre invocava il “voto utile”. Fedele alla lotta alla casta, agli sprechi, con punte di una sostanizale anti-politica, il MoVimento dei grillini aveva subito scelto come interlocutore l’Italia dei Valori.

Ma il rapporto sembra essersi incinato, basta sentire le parole dell’eurodeputta Idv, Sonia Alfano, che si rivolge direttamente a Beppe Grillo: “Nel 2009 hai appoggiato la mia candidatura alle elezioni europee nelle liste di Italia dei Valori come indipendente”. Poi sono seguiti “veri e propri attacchi alla mia persona”. Attacchi che “mi sono giunti improvvisi, immotivati e soprattutto che non hai avuto il coraggio di fare direttamente ma attraverso terze voci tramite il blog”.

Rincara la dose Roberto Fico, 36 anni, candidato alla presidenza della Regione Campania alle ultime amministrative, è membro del Meetup degli amici di Beppe Grillo di Napoli. A Repubblica. it dice: “Alle europee abbiamo votato per De Magistris, e la nostra stima per lui resta intatta. Ma l’Idv è un partito che, soprattutto in Campania, non ha risolto nessuna questione morale al suo interno”. Fine di un idillio?