Il reddito di Monti: nel 2010 poco più di un milione e mezzo di euro

Pubblicato il 22 Febbraio 2012 - 00:01 OLTRE 6 MESI FA

ROMA, 21 FEB –  Un reddito complessivo di 1.515.744 euro nel 2010 ed uno stimato, per il 2011, di 1.010.000. E’ questa, in estrema sintesi, la fotografia patrimoniale del presidente del Consiglio, Mario Monti che dichiara anche di aver rinunciato al compenso da premier e da ministro del Tesoro ricevendo pero’ 211.502 euro grazie alla nomina a senatore a vita del novembre scorso.

Giunto ultimo tra le fila del suo governo a mettere online i propri redditi (a meno di un’ora dalla ‘dead line’ della mezzanotte), Monti precisa che la propria dichiarazione comprende tutti i cespiti patrimoniali suoi e di sua moglie Elsa Antonioli. Nel 2010 il Professore ha versato 639.432 euro di irpef e il suo patrimonio e’ formato da appartamenti e anche negozi. Al 100% Monti si intesta un appartamento a Milano, nove unita’ abitative e un negozio a Varese, il 50% di un appartamento a Bruxelles e un altro appartamento a Milano, mentre al 40% ha due negozi ed un ufficio sempre nel capoluogo lombardo.

Minimal, monomarca e abbastanza datato il parco macchine del premier che ha una Lancia Dedra del 1995 ed una Lancia Kappa del 1998.

Piuttosto consistente la voce delle attivita’ finanziarie che viene accompagnata da una nota che spiega come Monti non possieda azioni di singole societa’ ma solo fondi comuni, Etf, gestioni patrimoniali che investono anche in azioni ma a totale discrezione del gestore e senza coinvolgimento del premier: tra fondi comuni azionari e obbligazionari oltre che di liquidita’ Monti puo’ contare su 5.379.000 euro su un conto corrente e deposito titoli di Intesa San Paolo, 4.685.000 alla Bnp Paribas di Milano, su 1.312.000 euro in Deutsche Bank e sulla liquidita’  di 127 mila euro alla Ing di Bruxelles e di 19 mila euro presso l’Ubi Banco di Brescia.