Le Iene, portaborse denuncia: “Senatori e deputati pagati dalle multinazionali”

Pubblicato il 18 Maggio 2013 - 18:07 OLTRE 6 MESI FA

Le Iene, portaborse denuncia: "Senatori e deputati pagati dalle multinazionali"ROMA – ”Senatori e onorevoli a libro paga di alcune multinazionali, le cosiddette lobbies”. A denunciarlo è un assistente parlamentare di Palazzo Madama, intervistato dalle Iene per la puntata che andrà in onda domenica sera e che sceglie di restare anonimo.

”Ci sono le multinazionali – racconta – che ogni mese per mezzo di un loro rappresentante fanno il giro dei palazzi, sia al Senato che alla Camera: incontrano noi assistenti e ci consegnano dei soldi da dare ai rispettivi senatori e onorevoli”. L’obiettivo, spiega sempre la fonte anonima, è ”far sì che quando ci sono degli emendamenti da votare, i senatori e gli onorevoli li votino a favore della categoria che paga”.

Operazioni che prevedono una sorta di tariffario: ”Per quel che mi riguarda, conosco due multinazionali, una del settore dei tabacchi e un’altra nel settore dei video giochi e delle slot machine – racconta sempre la medesima fonte – ed entrambe elargiscono una 1.000 euro e un’altra 2.000 euro ogni mese”.

La tariffa ”cambia a seconda dell’importanza del senatore e quindi, se è molto influente, sale fino a 5.000 euro”. Per quanto riguarda poi, dice ancora, ”le sale Bingo, si sono formati due gruppi, partecipati sia da uomini del centro sinistra che da uomini del centro destra. Un gruppo fa capo a un ex Ministro de…, e un altro gruppo fa capo a un ex Ministro de…, entrambi del centro sinistra”.