Lega in aula grida: “Libertà! Libertà!”

Pubblicato il 22 Dicembre 2011 14:11 | Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2011 14:18

ROMA, 22 DIC – ”Liberta’! Liberta’!”: e’ con questo coro, scandito con forza dai senatori leghisti, che gli esponenti del Carroccio accompagnano il finale dell’intervento in Aula di Palazzo Madama del loro capogruppo Federico Bricolo. Un intervento definito dal centrosinistra ”decisamente provocatorio”, che ha creato momenti di tensione nell’emiciclo del Senato.

Mentre Bricolo bocciava la manovra del governo spiegando che ci sarebbero state molte piu’ tasse per i lavoratori e pensioni ridotte, dai banchi del Pd sono partite varie grida: ”Voi siete stati otto anni al governo!”, ”voi siete stati servi per otto anni!”. Commenti che hanno provocato la reazione altrettanto sdegnata e ‘rumorosa’ da parte dei senatori del Carroccio. Durante l’intervento di Bricolo, Mario Monti ha ascoltato in silenzio prendendo appunti, mentre il ministro del Lavoro Elsa Fornero, alla quale il capogruppo si e’ rivolto ripetutamente, risultava assente ai banchi del governo. Ma la parte del discorso di Bricolo che ha creato piu’ tensione in Aula e’ stata quella sui 150 anni d’Italia.

”Mentre voi festeggiate i 150 anni dell’Italia – ha detto Bricolo – io, che sono veneto, preferisco celebrare la Serenissima…”. I senatori dell’Idv, soprattutto Stefano Pedica, a questo punto si sono alzati in piedi chiedendo a gran voce che il presidente Renato Schifani intervenisse contro Bricolo perche’ ”l’Italia e’ una sola, indivisibile!”. Schifani ha cercato di riportare la calma, ma tra i banchi del centrosinistra si e’ continuato a protestare, mentre i leghisti intonavano il coro ‘Liberta’! Liberta’!’.