Lega Nord “indovina” il nome della vincitrice bando dirigente comune Forlì

Pubblicato il 14 Marzo 2012 0:05 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2012 22:49

FORLI', 13 MAR – Una raccomandata consegnata il 15 febbraio ad un notaio di Forli' e riconsegnata oggi dal professionista alla capogruppo della Lega in consiglio comunale Paola Casara, che di fronte alla stampa l'ha immediatamente aperta. All'interno un foglio nel quale alcuni esponenti del partito del Carroccio indicavano nella bergamasca Cristina Ambrosini la vincitrice del bando emesso dall'Amministrazione comunale forlivese per la figura di 'project manager' per la realizzazione del progetto 'Forli' citta' della cultura'. E in effetti e' risultata la vincitrice del bando e dovrebbe firmare il contratto e prendere servizio entro la settimana.

''La nostra indicazione, nero su bianco, su chi sarebbe risultato vincitore – ha detto la capogruppo – e' stata data, come si puo' evincere dalla data di spedizione della raccomandata, addirittura prima dei colloqui individuali previsti dal bando. Abbiamo deciso di fare questo passo dopo diverse segnalazioni che ci erano giunte, portandoci alla certezza sulla futura vincitrice e aprendo seri dubbi sull' intera vicenda''. Dubbi, secondo Casara, avvalorati dai tempi ristretti imposti al bando (aperto il 30 dicembre 2011 e chiuso il 18 gennaio). ''Proprio a ridosso delle festivita' natalizie e di fine anno. Oltre al fatto che dal numero telefonico indicato per avere chiarimenti sul bando non siamo mai stati in grado di avere risposta''.

Di formazione archeologa, Ambrosini e' attualmente funzionario alla direzione regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Lombardia, oltre a vantare una lunga esperienza nella gestione del patrimonio culturale pubblico. A lei sara' affidata ad interim, oltre a questo progetto, anche la direzione del servizio Politiche culturali giovanili e sportive. Previsto un periodo di prova di sei mesi e uno stipendio in linea con gli altri dirigenti comunali: circa 43.000 euro annui.