Per Bossi jr laurea prima del diploma. I pm: “Mai stato a Tirana”

Pubblicato il 8 Maggio 2012 18:48 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2012 21:13

Renzo Boss (Lapresse)

MILANO – Laurea prima del diploma per Renzo Bossi? A parlare sono documenti e date. Gli investigatori della Guardia di Finanza di Milano avevano scoperto la scorsa settimana, nella cassaforte dell’ex tesoriere della Lega, Francesco Belsito, la famosa cartella ‘The Family’ da lui custodita: tre pagine con l’intestazione “Università ‘Kristal’ di Tirana” per certificare che Renzo, detto il “Trota” ha ottenuto in Albania il “diploma” di “primo livello” in “gestione aziendale” presso la “Facoltà di economia aziendale”. Il certificato di laurea della facoltà albanese recava come data di conseguimento il “29 settembre 2010”. A Tirana l’Università “Kristal”, ha dichiarato che invece Renzo si sarebbe iscritto come studente nell’anno accademico 2007-2008: peccato, però, che il figlio del Senatur ha preso il diploma di maturità in Italia solo nel luglio 2009.

Bossi junior, inoltre, avrebbe chiesto fin dallo scorso marzo all’ambasciata italiana a Tirana la ”dichiarazione di valore” e cioè il riconoscimento della validità in Italia della laurea conseguita all’università Kristal, salvo poi far ritirare dal legale la domanda subito dopo. Tutto ciò sarebbe avvenuto all’indomani delle perquisizioni disposte dalle procure milanese, napoletana e reggina, nell’ ambito delle indagini sui fondi della Lega e con al centro l’ex tesoriere Francesco Belsito.

Di questo tentativo, spiega l’Ansa, si parla in una lettera inviata ieri alla magistratura di Milano dall’ambasciata italiana a Tirana che si è messa ”a disposizione” per ulteriori informazioni sul caso che riguarda non solo la laurea del ‘Trota’, ma anche di Pierangelo Moscagiuro ex caposcorta della senatrice, ora espulsa dal carroccio, Rosi Mauro.

L’Ambasciata ha inviato le informazioni sulle lauree del figlio del leader del Carroccio e di Moscagiuro dopo le notizie del ritrovamento nella cartella ‘The family’, sequestrata in una cassaforte a Roma nella diponibilita’ di Belisto, della copia del diploma di primo livello in Economia, Management e Business conseguito dal Trota. Sulle due lauree, questo e’ il sospetto degli inquirenti, sono in corso accertamenti per capire se siano stata comprate o meno con i soldi della Lega. In base al documento trasmesso ai pm milanesi, un paio di facciate corredate da parecchi allegati, a fine luglio 2011 un cittadino albanese aveva presentato all’Ambasciata italiana a Tirana copia della laurea apparentemente rilasciata a Renzo Bossi con la richiesta della relativa ”dichiarazione di valore”. La reazione in ambasciata era stata di stupore e sorpresa, in quanto dopo le verifiche, anche su internet, appariva difficile che il figlio di Umberto Bossi si fosse laureato in un solo anno, il 29 settembre 2010, visto che la maturita’ l’aveva conseguita nel luglio del 2009.

Dunque il primo tentativo per ottenere l’attestazione di validità in Italia era andato a vuoto: la richiesta venne negata. Ma nell’ ottobre del 2011 un’avvocatessa albanese (avv. Dragoj) si ripresenta producendo, per la medesima richiesta, una serie di documenti tra cui una delega con la firma di Renzo Bossi e un certificato di ammissione alla maturita’ del 18 maggio 2007 (quell’anno Bossi junior non passo’ l’esame, ndr).

Dopo oltre 5 mesi, il 19 marzo scorso, lo stesso avvocato rinnova la richiesta consegnando una nuova fotocopia del passaporto del Trota. A questo punto viene chiesta all’Universita’ Kristal una dichiarazione di veridicita’ del diploma rilasciato. Il 4 aprile, all’indomani delle perquisizioni nell’ambito delle indagini con al centro Belsito e i fondi della Lega, il dietrofront: l’avvocatessa Dragoj ritira la documentazione consegnata assieme alla domanda di attestazione di validita’ della laurea. La pratica, però, è ormai avviata: il professor Skender Kercuku, docente della Keristal, conferma che Renzo Bossi ha conseguito il diploma di laurea, ma l’attestazione di validità internazionale non viene mai rilasciata. Diversa la situazione di Moscagiuro: per lui la pratica non e’ mai stata avviata perchè la facoltà di scienze politiche non e’ accreditata presso il ministero dell’Istruzione albanese. Infine, come risulta dalle informazioni inviate dall’ ambasciata italiana a Tritana, ieri dall’Universita’ Kristall hanno fatto sapere di aver iscritto ai propri corsi di laurea Renzo Bossi e Moscagiuro rispettivamente negli anni 2007-2008 e 2008-2009.

Eppure nel 2007 Bossi jr non aveva ancora ‘passato’ la maturita’, in quanto era stato bocciato. Renzo Bossi però non sarebbe mai stato in Albania: e’ quanto sostengono i procuratori albanesi che pochi giorni fa hanno avviato le verifiche a seguito delle notizie sulla laurea ottenuta in Albania, presso l’Universita’ privata di Tirana “Kristal”. Fonti dalla procura albanese, hanno confermato all’ANSA, quanto annunciato anche dai media albanesi, che, dalle verifiche del sistema elettronico di controllo Tims, che registra le entrate e le uscite dalle frontiere albanesi “non risulta che Renzo Bossi abbia mai messo piede a Tirana”.