Manifesti ‘giudici-br’: Pdl chiede ritiro candidatura Lassini. Moratti: o io o lui

Pubblicato il 19 Aprile 2011 - 12:01 OLTRE 6 MESI FA

MILANO – ”Sono a chiederLe ufficialmente il ritiro della sua candidatura presso la Segreteria del Comune di Milano”: e’ questo il contenuto di una lettera che il coordinatore del Pdl in Lombardia, Mario Mantovani, ha scritto a Roberto Lassini, il candidato nella lista del Pdl a Milano indagato per i manifesti che chiedono di ”far uscire le Br delle Procure”.

”Glielo chiedo – ha aggiunto Mantovani – a nome del coordinamento lombardo e cittadino del Popolo della Liberta”’. Gia’ ieri Mantovani, dopo il suo incontro ad Arcore con Silvio Berlusconi, aveva annunciato la lettera ufficiale del Pdl. ”Egr. Avv. Roberto Lassini, il clamore suscitato dai manifesti ‘Via le BR dalle Procure’ impone una riflessione politica. Comprendiamo il profondo disagio per aver subito, da innocente – gli ha scritto Mantovani -, una dolorosa carcerazione preventiva, che ha avuto gravi conseguenze sulla sua vita familiare e professionale. Sappiamo d’altra parte che la stessa drammatica esperienza ha colpito altri cittadini italiani, che giustamente ora desiderano, come lei, impegnarsi per una legittima battaglia di civilta’. Apprezziamo altresi’ la sensibilita’ dimostrata in questi giorni, avendo lei chiarito in numerose sedi il senso della sua iniziativa provocatoria, anche rappresentando pubbliche scuse nei confronti dei familiari delle vittime e di quanti si fossero sentiti offesi”.

”Lei certamente sa come nel nostro Paese, prima Forza Italia ed ora il Popolo della Liberta’ da anni si impegnano, a fianco del Presidente Berlusconi, per attuare una vera riforma della giustizia a favore dei cittadini – ha aggiunto il coordinatore -. Ma quella da lei intrapresa non e’ la strada giusta e la provocazione da lei promossa, facendo riferimento alle Br, risulta essere inaccettabile e pertanto da respingere fermamente: noi siamo per la liberta’ e per il rispetto assoluto della persona e riteniamo che sia il confronto democratico l’ unica sede per far vincere le nostre idee e realizzare le nostre speranze”. Da qui la richiesta di Mantovani: ”Sono certo che anche lei concordera’ con questa tesi e per questo sono a chiederle ufficialmente il ritiro della sua candidatura presso la Segreteria del Comune di Milano”.

Moratti. ”La mia candidatura a sindaco e’ incompatibile con la presenza di Roberto Lassini nella lista del Pdl”. Ad affermarlo all’ANSA e’ il sindaco di Milano, Letizia Moratti, che pone un aut aut al partito per chiedere l’ esclusione dell’autore dei manifesti anti-pm dalla lista del Pdl alle prossime comunali. ”Mi risulta – aggiunge il sindaco – che il partito stia ufficialmente chiedendo a Lassini il ritiro della sua candidatura”.