“Paese di m…”, no ai manifesti con le frasi di Berlusconi: “Volgari”

Pubblicato il 28 Settembre 2011 17:33 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2011 17:44

L’AQUILA, 28 SET – La polizia Municipale dell’Aquila sospende l’affissione di un manifesto di contestazione dei Verdi che riporta le testuali parole che il premier Silvio Berlusconi ha pronunciato in una telefonata intercettata con l’ex direttore dell’Avanti, Valter Lavitola, ”Io tra qualche mese me ne vado per i c… miei. E vado via da questo paese di m…”, ed è polemica.

”Termini di uso quotidiano ma eccessivamente espliciti, soprattutto nei confronti dei soggetti minori”, motiva il comandante dei Vigili urbani, Eugenio Vendrame. ”Ma la frase riportata nei manifesti è stata espressa dal presidente del Consiglio e non dal sottoscritto!”, ribatte il capogruppo dei Verdi in Consiglio regionale, Walter Caporale.

”Nessuno può bloccare l’affissione – precisa ancora il comandante – ho solo sospeso l’iter in attesa di un loro riscontro suggerendo di utilizzare, invece che le parole esplicite, le stesse, ma puntate”. Un suggerimento che non piace ai Verdi, Caporale va per la sua strada: ”Bavaglio gravissimo, abbiamo il diritto-dovere di informare i cittadini”.