Napolitano: “Necessaria una forte coesione di intenti”

Pubblicato il 21 Ottobre 2011 - 15:53 OLTRE 6 MESI FA

CAPRI (NAPOLI), 21 OTT – ”Occorre realizzare una forte coesione di intenti in ordine ad obiettivi condivisi, superando con coraggio e senso della responsabilita’ comune anche sentimenti di sfiducia che si possono affacciare”. Cosi’ il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in un messaggio ai giovani imprenditori di Confindustria.

”I temi posti al centro del convegno- scrive il Capo dello Stato – sollecitano riflessioni attente sulle prospettive di sviluppo del nostro paese nell’attuale difficile situazione economica e finanziaria. Una delle preoccupazioni piu’ forti e’ rappresentata dalla condizione di sottoutilizzazione delle grandi potenzialita’ presenti nelle giovani generazioni, in termini di professionalita’, di capacita’ intellettuali e di spirito di intrapresa. Tale situazione, particolarmente grave nel Mezzogiorno, caratterizza diffusamente anche le aree piu’ sviluppate del paese, con la persistente difficolta’ per i giovani di intraprendere nuove iniziative economiche e di conseguire una occupazione stabile e consona alle attitudini e capacita’ acquisite. Il superamento di questa condizione di disagio costituisce la principale sfida da vincere per restituire ai giovani il diritto ad essere protagonisti nella costruzione del proprio futuro e insieme per l’affermazione di condizioni durature di crescita economica e sociale di tutto il Paese. Per questo obiettivo devono impegnarsi fattivamente tutte le istituzioni nazionali e locali, in un confronto costruttivo con le rappresentanze del mondo produttivo, a partire da quelle che esprimono piu’ direttamente l’impegno dei giovani nelle imprese. Occorre realizzare – conclude – una forte coesione di intenti in ordine ad obiettivi condivisi, superando con coraggio e senso della responsabilita’ comune anche sentimenti di sfiducia che si possono affacciare. Sono certo che la vostra riflessione sul futuro dell’Italia fornira’ un significativo contributo in questa direzione”.