La ‘ndrangheta arriva in Liguria: il sindaco di Bordighera azzera la giunta per infiltrazioni mafiose

Pubblicato il 6 Luglio 2010 15:56 | Ultimo aggiornamento: 6 Luglio 2010 16:13

Il municipio di Bordighera

Il sindaco di Bordighera, Giovanni Bosio, ha azzerato la giunta comunale per i sospetti di infiltrazione mafiosa nel Comune in provincia di Imperia. La decisione è stata presa dopo un incontro con la giunta che si è espressa a favore della decisione del primo cittadino.

Si tratta dell’ennesima ripercussione politica dopo l’invio al prefetto del rapporto dei carabinieri sui possibili condizionamenti da parte della criminalità organizzata dell’attivita amministrativa. Le indagini hanno portato all’arresto di otto persone a Bordighera, alcune di queste ritenute ”contigue” alla ‘ndrangheta.

Il 6 luglio si erano dimessi due consiglieri comunali del Pdl, Valentino Rossi e Giovanni Taggiasco. Tra le ipotesi per il futuro, quella di una giunta ridotta di quattro assessori che porti avanti l’ordinaria amministrazione della città, paralizzata da circa due mesi per le vicende giudiziarie legate a una serie di attentati dinamitardi che hanno portato all’arresto di una famiglia accusata di minacce e ritorsioni.