Nube vulcanica: aerei a terra, i deputati leghisti scelgono il car sharing

Pubblicato il 20 Aprile 2010 - 10:47 OLTRE 6 MESI FA

Il traffico aereo è bloccato per la nube causata dall’eruzione vulcanica in Islanda, ma chi è costretto a viaggiare si ingegna: ad esempio tre deputati leghisti hanno deciso di raggiungere Roma in auto, viaggiando insieme e riducendo in questo modo i costi.

Questo non è l’unico caso del genere: in questi giorni stanno impazzando su internet le richieste di “car sharing”. Tantissimi utenti, soprattutto attraverso Facebook, chiedono e offrono passaggi in auto a chi deve spostarsi ma non può più utilizzare l’aereo.

I leghisti Johnny Crosio, Raffaele Volpi e Maria Piera Pastore hanno preferito la macchina al treno Milano-Roma. Crosio racconta l’esperienza: “Siamo partiti alle 16:30 da Linate, dove ci eravamo dati appuntamento, e siamo arrivati a Roma alle 22:30. Il giorno successivo eravamo impegnati in commissione e non volevamo correre il rischio di mancare l’appuntamento, per cui abbiamo optato per l’automobile”.

Un viaggio di 583 chilometri con una sola pausa “per un panino e per sgranchirci un attimo”, che ha avuto un po’ il sapore di una gita. “Siamo tutti e tre vicini ai cinquant’anni, mi sembrava di rivivere quei viaggi lunghissimi che da ragazzi facevamo in macchina fino alle mete più lontane, cantando a squarciagola le canzoni dei Bee Gees diffuse dall’autoradio”.