Palermo, Rita Borsellino: "Primarie macchiate dal voto di scambio"

Pubblicato il 19 Marzo 2012 15:19 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2012 15:44

PALERMO – ''Non e' possibile lasciare che da queste primarie venga fuori l'idea che atti come il controllo del voto o il voto di scambio siano irrilevanti dal punto di vista etico e politico. Il sequestro dei verbali del gazebo di piazza Indipendenza si aggiunge all'annullamento del seggio del Zen, confermando che quello che doveva essere uno strumento di democrazia e' stato macchiato da gravissime anomalie e da comportamenti lontani alla cultura del centrosinistra''. Lo dice Rita Borsellino, candidata alle primarie Pd di Palermo.

''Il rispetto delle primarie e del suo popolo – aggiunge – passa dalla questione etica e morale che per me e' al di sopra di tutto: solo cosi' si fa fede al valore democratico e partecipativo che questo strumento dovrebbe avere in se'. Oggi occorre chiudere questo capitolo delle primarie e voltare pagina, mettere Palermo in cima alle priorita' – conclude – Serve una seria presa di responsabilita' da parte del centrosinistra per trovare una candidatura forte e unitaria, che sia espressione di vera discontinuita' e credibilita' sul piano valoriale e programmatico''.