Lombardia, Mantovani (Pdl): “Noi con Maroni, Albertini scheggia impazzita”

Pubblicato il 22 Dicembre 2012 - 17:42 OLTRE 6 MESI FA
Gabriele Albertini (LaPresse)

MILANO, 22 DIC – ”Quella di Albertini è una candidatura del tutto personale, ha rifiutato anche l’appoggio del Pdl: noi siamo pronti ad andare avanti sulla nostra strada sostenendo Maroni non appena le questioni tecniche si saranno definite”. Lo ha detto il coordinatore regionale lombardo del Pdl Mario Mantovani conversando coi giornalisti. Albertini” è un Micciché lombardo – ha aggiunto – che lavora per far vincere la sinistra, non possiamo correre dietro a tutte le schegge impazzite”.

Mantovani ha risposto ad alcune domande al termine della riunione dei coordinamenti provinciale e cittadino del Pdl nella sede della Unione del Commercio a Milano, a pochi passi dal Circolo della Stampa devo Gabriele Albertini ha presentato il Movimento Lombardia Civica che lo candida alla presidenza della regione Lombardia. ”Il suo – ha sostenuto Mantovani – è uno schieramento centrista che mi pare abbia in Lombardia il 2-3%”. Quanto alla Lega, ha concluso il coordinatore regionale del Pdl, ”sa benissimo che se va da sola perde e si condanna all’irrilevanza nazionale e locale”.

In mattinata, durante la presentazione della sua candidatura, Gabriele Albertini aveva letto una lettera inviata di Berlusconi in cui gli veniva offerta una candidatura al Senato come capolista per la Lombardia: “”Ho rifiutato la richiesta di Silvio Berlusconi di ritirarmi dalla competizione elettorale in Lombardia e la sua generosa offerta di candidarmi al Senato come capolista in Lombardia”.