Pisapia a sorpresa: “Sbagliata la campagna contro la legge bavaglio”

Pubblicato il 16 ottobre 2011 9:18 | Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2011 9:18

MILANO – Un Giuliano Pisapia che non ti aspetti e che non esita, in alcuni passaggi, ad usare argomenti da Berlusconiano doc. E’ il ritratto del sindaco che esce dal libro intervista “Due arcobaleni nel cielo di Milano” scritto a quattro mani con Stefano Rolando ed edito da Bompiani.

A raccogliere e analizzare alcuni dei passaggi più interessanti del testo è, sul Corriere della Sera, Mauro Giannattasio. Scrive Pisapia: “La campagna contro la legge bavaglio è sbagliata… capita troppo spesso che, a seconda dell’orientamento politico, vengano pubblicati determinati atti e non altri. Ti sembra giusto?”.

Non è un incidente di percorso perché, poco dopo, il sindaco di Milano aggiunge: “Nello scontro tra politica e magistratura si è, in molti casi, strabordato, credo da entrambe le parti”.

Nel testo elogi anche ad Amintore Fanfani: “Sapeva di perdere nella battaglia sul divorzio ma ci ha messo la faccia” e a Don Giussani, “durante le sue lezioni di  c’era un’attenzione incredibile. Non si parlava di catechismo ma di esperienza di vita, di religiosità, di spiritualità”.

Pisapia, insomma, è uno che non si allinea. Anche se le sue parole, a sinistra, causeranno più di qualche protesta.

[gmap]