Post primarie, Renzi: “Farò il sindaco”. Bersani e D’Alema”: “Ora cambiamento”

Pubblicato il 3 Dicembre 2012 13:21 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2012 13:21
renzi bersani

Pier Luigi Bersani e Matteo Renzi (foto Lapresse)

ROMA – Pd, post primarie: Renzi dice che tornerà a fare il sindaco di Firenze, Bersani ha detto che il suo obiettivo è il “governo del cambiamento”, D’Alema dice che aiuterà Bersani a rinnovare.

Il giorno dopo la vittoria di Bersani al ballottaggio, sono questi gli umori che si respirano nel Partito Democratico.

Bersani

Pier Luigi Bersani: ”E’ stata una splendida pagina di democrazia, una bellissima avventura: la prossima avventura’ e’ il governo, il governo del cambiamento. Ora ci si mette al lavoro per allestire il programma”.

D’Alema

Massimo D’Alema ha detto: “‘Ha vinto Bersani, ha vinto colui che ha saputo presentarsi come la personalita’ piu’ unitaria che ha indicato la via di un rinnovamento che non distrugge”.

Renzi

Invece Matteo Renzi ha parlato da “esterno”: ”Noi daremo una mano e per quello che mi riguarda darò una mano da militante del Pd e da Sindaco di Firenze. Sono riuscito a non piangere e non era facile. Felice di aver fatto questa battaglia e di averci provato. Faccio i miei complimenti a Bersani, ha vinto lui, nettamente, nessuna discussione sul risultato. A lui il compito di costruire e governare il centrosinistra”

Dati

Pierluigi Bersani e’ al 60,86% e Renzi e’ al 39,14%. E’ questo l’ultimo dato disponibile (aggiornato poco dopo le 12) pubblicato sul sito di Italia Bene Comune. I seggi che hanno comunicato i dati sono finora 8.479 su 9.219.

Per il segretario si sono espressi 1.599.567 votanti, mentre per il sindaco di Firenze i voti sono stati 1.028.513. I voti validi sono quindi 2.628.080. Le schede bianche o nulle sono 8.677, pari allo 0,33% dei voti. Nel primo turno i due candidati avevano avuto rispettivamente 1.395.096 e 1.104.958 voti, a fronte di un totale di voti validi espressi di 3.110.210.