Roma, Veltroni: “Con Alemanno è diventata una città più violenta”

Pubblicato il 31 Marzo 2011 22:17 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2011 22:19

Walter Veltroni

ROMA – ”Sono stato zitto per tre anni anche per non far precipitare nella polemica la città. Adesso però mi sono stufato e lo voglio dire: Roma è più violenta”. Lo ha detto l’ex sindaco di Roma, oggi deputato del Pd Walter Veltroni, intervenendo all’iniziativa ‘Periferie: fallimento Alemanno’.

”Alemanno – ha aggiunto – quando sente il mio nome diventa isterico. C’è un non so che di maniacale”. L’ex sindaco ha ricordato che ”in questi tre anni sono morte persone anche a via dei Fori imperiali, ci sono state molte violenze sessuali come numerosi episodi di intolleranza verso omosessuali e immigrati. Questo ha generato una città violenta. A chi pensava che la notte bianca fosse solo un’iniziativa culturale, io ribadisco oggi che quello era un pezzo delle politiche sociali”.

Veltroni si è chiesto cosa avesse fatto la Giunta Alemanno per Roma in questi anni: ”Se chiudo gli occhi e ci penso non mi viene in mente nulla. La prostituzione non è sparita. Le buche in strada non sono state ripianate. Il Consiglio comunale fatica a riunirsi e potrei continuare”.