Scalfarotto (Pd): “La riforma di Ichino non cancella l'articolo 18”

Pubblicato il 21 Dicembre 2011 - 11:19 OLTRE 6 MESI FA

ROMA – "La riforma proposta da Ichino, che credo sia molto vicina al progetto che sta valutando il governo, non contempla la cancellazione dell'articolo 18, ma un allargamento dei diritti a oltre 4 milioni di lavoratori che oggi sono tagliati fuori da ogni tutela". Ivan Scalfarotto, Vicepresidente del Partito Democratico,durante la trasmissione AGORA' su Raitre, commenta cosi' la polemica tra sindacati e il Ministro Fornero sull'abolizione dell'articolo 18.

"In un momento così grave dobbiamo cogliere l'occasione di affrontare e rivoluzionare il nostro complicatissimo sistema del mercato del lavoro, così da attrarre anche i possibili investimenti esteri che oggi non vedono prospettive in un paese bloccato, non regolato dal merito, ma dal clientelismo".

Scalfarotto ha poi commentato l'atteggiamento del Carroccio: "L'opposizione della Lega è curiosa: oltre a chi oggi si veste di operaia, ma che in passato ha sostenuto un governo che stralciasse la norma contro i licenziamenti in bianco per le donne, non sembra avere altri argomenti. Oggi dovrebbero almeno avere la dignità di sostenere un governo che vuole portare l'Italia fuori da quel pantano nel quale anche loro ci hanno lasciato".