Università, firmato il decreto sulla valutazione di qualità della ricerca

Pubblicato il 12 Luglio 2011 - 20:38 OLTRE 6 MESI FA

ROMA, 12 LUG – Il ministro Mariastella Gelmini ha firmato oggi il decreto per la Valutazione della Qualità della Ricerca (Vqr) nel periodo 2004-2010, affidata all'Anvur. La Vqr esaminerà i tre migliori lavori di ricerca (libri, articoli o brevetti) di ciascun docente universitario o ricercatore di enti sotto la vigilanza del ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, circa 70 mila studiosi.

Per svolgere l'attività di valutazione l'Anvur si avvarrà di 450 esperti altamente qualificati, italiani e stranieri, organizzati in 14 ambiti disciplinari, e di revisori esterni. La Vqr valuterà ogni dipartimento, realizzando così per la prima volta una graduatoria affidabile della qualità della ricerca svolta in tutti i dipartimenti italiani. Questa graduatoria servirà da base per la distribuzione dei fondi statali su base valutativa. L'Anvur si prefigge di concludere il suo lavoro in circa 18 mesi.

Verrà inoltre istituita l'Anagrafe nazionale della ricerca nella quale saranno raccolte tutte le pubblicazioni dei docenti universitari italiani, con l'obiettivo di valorizzare il merito e garantire la massima trasparenza.

''Si tratta – ha dichiarato il ministro Gelmini – di una tappa fondamentale per promuovere la cultura della valutazione nel nostro sistema accademico, coerentemente con i migliori standard internazionali. La riforma dell'università attribuisce grande importanza alla valutazione e alla distribuzione premiale dei fondi. Quindi mi attendo dall'Anvur indicazioni della massima importanza''.