Basket, Coppa Italia. Solito copione: vince Siena, Cantù ko 79-72

Pubblicato il 13 Febbraio 2011 20:21 | Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2011 23:05

TORINO – Tutte ci provano e si impegnano, nessuno ci riesce. Nel basket, almeno in Italia, vince sempre e solo Siena. E la Coppa Italia di quest’anno non fa eccezione.

La Montepaschi Siena ha infatti vinto la Coppa Italia 2011 di basket. Nella finale di Torino ha battuto la Bennet Cantu’ 79-72. Siena, così, conquista il trofeo per la terza volta consecutiva. Un’impresa questa riuscita in passato solo a Varese e Treviso (in due occasioni).

Vince sempre la formazione di Simone Pianigiani, dunque, un’orchestra che si e’ dimostrata ancora una volta perfetta, capace di trovare le energie fisiche necessarie per far sua la terza partita in quattro giorni e un grande Lavrinovic (21 punti, 7/10 al tiro), premiato Mvp del match nonostante fosse reduce da infortunio. Assieme al lituano, Zizis, Carraretto e Kaukenas hanno messo il mattone per costruire il successo nei momenti decisivi.

Non riesce invece a Cantu’ l’impresa storica di far abdicare i campioni d’Italia; alla squadra di Andrea Trinchieri va pero’ l’applauso per come ha interpretato questa Final Eight, dimostrando di essere la seconda forza della pallacanestro italiana. Spettacolo allo stato puro al PalaOlimpico di Torino, gremito da 8.650 spettatori. ”Nei quattro giorni dell’evento abbiamo portato quasi 30 mila persone al palasport, di cui 1.600 bambini delle scuole basket” ha ricordato Lorenzo De Salvo, responsabile Business development di Rcs Sport, l’organizzatore. Siena fa valere la sua legge nel primo quarto: grande intensita’ e grande pressione su Mazzarino e un parziale di 15-2 (con Lavrinovic, Kaukenas e Zizis) che annulla il primo tentativo di fuga di Cantu’.

La Bennet pero’ firma un contro-parziale di 10-2 in avvio della seconda frazione e anche Mazzarino si sblocca per la tripla del pareggio (22-22). In campo e’ battaglia vera e anche i falli iniziano a pesare: Trinchieri deve far riposare forzatamente Micov (4 falli), sul fronte toscano Zizis e Stonerook arrivano a quota tre. Si arriva cosi’ all’intervallo in perfetto equilibrio: 36-34 Cantu’. La macchina di Siena aumenta i giri. Le rotazioni piu’ ampie e le maggiori opzioni d’attacco consentono a Pianigiani di trovare sempre qualche risposta adeguata.

Prima Lavrinovic, poi Moss, quindi Carraretto consentono di allungare fino al +8 (57-49); ma Cantu’ pero’ non molla e resta dentro la partita con Leunen e Green. Nel momento decisivo, Siena accelera. Entra in scena Nikos Zizis: con cinque punti in fila il greco riporta la Montepaschi in orbita, Lavrinovic firma il +11 (68-57). La Bennet pero’ non muore mai e con un parziale di 8-0 torna di nuovo a meno tre. Ci pensano poi sempre loro, Lavrinovic e Zizis, insieme a una palla rubata di Kaukenas, a mettere il punto esclamativo sul trionfo di Siena.