Daone (Trento): assessore schiacciato da una ruspa, morto nella notte

Pubblicato il 3 Gennaio 2011 - 11:10 OLTRE 6 MESI FA

È morto nella notte tra il 2 e il 3 gennaio all’ospedale S.Chiara di Trento Dario Corradi, assessore allo sport al Comune di Daone, in Trentino, rimasto schiacciato  da una ruspa contro una parete dell’impianto che ospiterà fra dieci giorni la coppa del mondo di arrampicata su ghiaccio.

Corradi, 48 anni, membro del comitato organizzatore della decima “Daone Ice Master World Cup”, si era recato all’impianto per verificare l’andamento dei lavori di allestimento della parete. Secondo una prima ricostruzione, pare che l’uomo si sia avvicinato alla parete per sistemare un pezzo di ghiaccio quando è stato schiacciato contro l’impalcatura della parete dalla benna di una ruspa entrata in azione.

Il manovratore – secondo i primi accertamenti dei carabinieri – non si è accorto della sua presenza a causa di un cumulo di neve. Dopo i primi soccorsi, Corradi è stato trasportato all’ospedale S.Chiara di Trento dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico, al quale però non è sopravvissuto a causa dei gravi traumi interni riportati nell’incidente.

[gmap]