Egitto, Suleiman: “Mubarak è presidente solo formalmente”

Pubblicato il 4 Febbraio 2011 17:22 | Ultimo aggiornamento: 4 Febbraio 2011 17:48

“Hosni Mubarak resta presidente solo formalmente”: lo avrebbe detto il viccepresidente Omar Suleiman secondo quanto riporta Al Arabiya citando un comunicato dei saggi.

IL comitato dei saggi ha presentato al vicepresidente Omar Suleiman una proposta che è stata considerata favorevolmente. Lo ha detto ad al Arabiya, uno dei membri del comitato dei saggi Ahed Abdel Meghid.

In base a questa proposta Suleiman assume le prerogative del capo dello stato in base all’articolo 139 della costituzione. Hosni Mubarak secondo la proposta dei saggi resta presidente solo formalmente.

Le proteste. Ma il popolo egiziano, che anche oggi è sceso nelle piazza del Cairo e di Alessandria, non si placa: “Continueremo fino a quando Mubarak non se ne andrà”. Piazza Tahrir nella capitale si è riempita per quello che Mohamed ElBaradei ha definito “il venerdì della partenza”, cioè il giorno in cui scade l’ultimatum dato al rais perché lasci il potere.

In piazza Tahrir ci sarebbero due milioni di persone, mentre ad Alessandria, teatro come la capitale di una massiccia dimostrazione anti-governativa, i manifestanti sarebbero un milione: chiedono che il presidente lasci il Paese. Mubarak, ha detto in una intervista il premio Nobel ElBaradei, sta solo cercando di prolungare la vita del suo “regime tossico”. Dal canto suo  Suleiman, ha voluto specificare che “l’Egitto non sarà in alcun modo come la Tunisia”.

I Fratelli Musulmani sono disponibili a negoziare con il regime, ma solo dopo le dimissioni del presidente: “Siamo per il dialogo con chiunque voglia condurre riforme nel paese, dopo la partenza di questo ingiusto, corrotto tiranno”, ha dichiarato il leader del movimento Mohamed Badie.

Dai leader Ue arriva intanto un appello a evitare nuove violenze, a ad accelerare il processo di transizione.