Hostess per Gheddafi: “Chi rilascia dichiarazioni non verrà pagata”. Lunedì bis con Berlusconi

Pubblicato il 29 Agosto 2010 19:27 | Ultimo aggiornamento: 29 Agosto 2010 19:27

”Mettete nei guai le ragazze perché chi rilascia dichiarazioni non verrà pagata”. Secondo quanto hanno battute le agenzie uno dei responsabili dell’agenzia di Hostess per Muammar Gheddafi ha sbottato così con i cronisti davani all’Accademia libica a Roma, in occasione della visita del colonnello di Tripoli.

Insomma, non si parla con i giornalisti: questo il diktat che avrebbero ricevuto, altrimenti niente gettone da 70 euro.

Una delle ragazze dell’agenzia di casting Hostessweb, fonte naturalmente anonima, ha confermato così all’Ansa.

Intanto le ragazze si preparano a un incontro bis con il premier Silvio Berlusconi domani lunedì 30 agosto. Neanche le dirette interessate sanno il luogo e l’ora dell’evento che dovrebbe comunque tenersi in mattinata, visto che il colonnello è impegnato alle 17 con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per l’inaugurazione di una mostra fotografica nella sede dell’Accademia libica e in serata per le celebrazioni per il secondo anniversario del trattato di amicizia italo-libica.