Libia, Frattini chiude l’ambasciata italiana a Tripoli

Pubblicato il 18 Marzo 2011 15:46 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2011 15:49

TRIPOLI – L’ambasciata italiana in Libia verrà chiusa. Lo ha annunciato oggi, 18 marzo, il ministro degli Esteri italiani Franco Frattini. La chiusura dell’ambasciata a Tripoli, ha spiegato Frattini, è una ”misura coerente con l’attuazione della risoluzione dell’Onu”. Il ministro ha aggiunto – riferendo in Senato – che l’Italia ha chiesto, ”alla Turchia, secondo le convenzioni internazionali, di curare gli interessi dell’Italia in territorio libico”. La Turchia ha accettato la richiesta italiana.

Già in mattinata i diplomatici avevano lasciato la sede di Tripoli.

Il ministro ha fatto sapere che l’Italia “condivide pienamente e apprezza questa risoluzione” dell’Onu. L’Italia parteciperà ”attivamente” all’attuazione della risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu sulla Libia garantendo ”l’uso delle basi e non solo”.  La partecipazione ”attiva” dell’Italia alla risoluzione dell’Onu, ha poi detto Frattini, ha anche l’obiettivo di ”marcare l’assoluta lealtà dell’Italia alla prospettiva atlantica e dell’Unione Europea”.

[gmap]