“Michelle Obama scimmia coi tacchi”: sindaca pro Trump si dimette dopo post su Fb

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 novembre 2016 8:55 | Ultimo aggiornamento: 16 novembre 2016 8:55

CLAY – Si è dimessa la sindaca della cittadina di Clay in West Virginia, Beverly Whaling, dopo la bufera scatenata da un post su Facebook ritenuto offensivo nei confronti di Michelle Obama. “Una scimmia con i tacchi”, aveva scritto la direttrice di una non profit locale che si occupa di assistenza agli anziani, assecondata poi dalla sindaca della cittadina dove non esistono residenti afro-americani e dove la maggior parte degli elettori ha votato per Donald Trump.

Il commento era riferito al prossimo passaggio di consegne tra Michelle Obama e Melania Trump come first lady. “Ci sarà una ventata di aria fresca – aveva scritto Pamela Ramsey Taylor – ora che una first lady di classe, bella e dignitosa tornerà alla Casa Bianca. Sono stanca di vedere una scimmia con i tacchi”. “Hai reso grande la mia giornata”, aveva replicato al post la sindaca Whaling, che adesso verrà sostituita.

Un componente del consiglio comunale, Jason Hubbard, ha diffuso un breve commento di condanna definendo il post “orribile” e sottolineando che “l’intolleranza razziale non fa parte di questa comunità”; si è scusato a nome della città con chiunque si fosse sentito offeso, compresa naturalmente Michelle Obama.

"Michelle Obama scimmia coi tacchi": sindaca pro Trump si dimette dopo post su Fb

“Michelle Obama scimmia coi tacchi”: sindaca pro Trump si dimette dopo post su Fb