Mondiali, in Francia è polemica sull’hotel dei Bleus: “Troppo lussuoso”

Pubblicato il 7 Giugno 2010 - 18:11 OLTRE 6 MESI FA

Rama Yade

I privilegi ai calciatori non fanno discutere solo in Italia: in Francia nell’occhio del ciclone è finito l’hotel super lusso che ospiterà la nazionale francese in Sudafrica.

Cinque stelle, spiaggia privata, camere moderne con vista sull’oceano e bagni in marmo, campo da golf, piscina riscaldata, hammam e un’ampia scelta di ristoranti con chef rinomati: il Penzula Resort di Knysna, considerato tra gli alberghi più belli del mondo secondo la classifica Travel & Leisure 2009, 589 euro il prezzo di una notte.

Per il segretario di Stato allo Sport, Rama Yade, “troppo lussuoso”. I dirigenti del calcio, sostiene Yade,  dovrebbero “mostrare un po’ di decenza in un periodo di crisi economica”.

Non l’avesse mai detto: tutte le parti politiche sono insorte contro la trentatreenne ministra di origine senegalese, che già in passato ha più volte messo in difficoltà il governo con alcune sue uscite.

“Non è più tempo di fare polemiche – ha tagliato corto una fonte vicina al premier, Francois Fillon – I Bleus vanno incoraggiati con tutte le nostre forze”.

Sulla stessa linea il segretario generale della Fifa, Jerome Valcke, per il quale “le critiche di Rama Yade non hanno senso. Bisogna sostenere la squadra francese invece che andarle contro”. Gli fanno eco il ministro della Salute e dello Sport, Roselyne Bachelot, e quello dell’Educazione, Luc Chatel.

Il portavoce del Partito socialista, il maggiore partito dell’opposizione, Benoit Hamon, preferisce non immischiarsi nella polemica ma non perde l’occasione di sottolineare “la deriva verso “il calcio-business”.

Anche l’ex ministro comunista dello Sport, Marie-George Buffet, ritiene che “il problema è la politica di Rama Yade” non tanto l’albergo dei Bleus.

Il commissario tecnico dei Bleus, Raymond Domenech, giustifica la scelta dell’hotel dicendo che è stata fatta per  “assicurare la tranquillità” dei giocatori.

Una tranquillità che alla Fifa è costata 350 milioni di euro. Ben più del milione e duecentomila euro del soggiorno degli inglesi al Bafokeng Camp Royal Marang Hotel.

Ben lungi dagli austeri spagnoli, additati ad esempio da Yade: invece di un cinque stelle, si sono accontentati di “un campus universitario”. Seppure con tutte le attrezzature di un albergo di lusso.