Papa Bergoglio cerca soluzione per comunione ai divorziati

Pubblicato il 25 Aprile 2013 - 13:12 OLTRE 6 MESI FA

ROMA – Papa Bergoglio cerca soluzioni all’annoso problema del dare o no la comunione ai divorziati. Scrive Repubblica che diversi vescovi hanno sottoposto a Papa Francesco il problema e lui ha incaricato monsignor Vincenzo Paglia, capo del “ministero” vaticano che si occupa di famiglia di redarre un documento nel quale trovare “nuove soluzioni per i divorziati risposati”.

Si legge su Repubblica:

La strada sembra poter essere quella della valutazione “caso per caso”, in scia a un’apertura già auspicata da Benedetto XVI in un colloquio con i preti della diocesi di Aosta nel 2005: molti di coloro che sono passati a una seconda convivenza probabilmente hanno contratto un primo matrimonio ecclesiastico “senza fede”. Nullo il primo matrimonio, possono tornare alla pratica cristiana ed essere ammessi alla comunione.

Fra i presuli ricevuti dal Papa, anche Benvenuto Italo Castellani, arcivescovo di Lucca, che spiega che con Francesco si è discusso «della prospettiva di mettere allo studio, nella ricerca di possibili nuove soluzioni, la situazione della sofferenza delle famiglie che hanno perso l’unità, perché i coniugi sono divorziati o risposati. Come lo sforzo per un rinnovato impegno della comunità cristiana per l’iniziazione alla vita cristiana delle giovani generazioni, associato allo slancio missionario da ritrovare da parte dei fedeli laici, il tutto senza cadere nella tentazione del clericalismo che può affliggere sia i presbiteri che gli stessi fedeli laici».