Carta di credito clonata, cosa fare e come chiedere il rimborso

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 febbraio 2015 15:44 | Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2015 15:44
Carta di credito clonata, cosa fare e come chiedere il rimborso

Carta di credito clonata, cosa fare e come chiedere il rimborso

ROMA – Cosa fare se ti clonano la carta di credito? Dalla blogger Moira J.R arriva una lunga guida sul come comportarsi prima e dopo la truffa. Perché è importante anche il “prima”, ovvero l’avere sottomano alcune informazioni essenziali nel momento in cui ci si rende conto del furto.

Come scrive la blogger su “La tana del serpente” prima è necessario avere sempre sottomano il numero del servizio clienti il numero del blocco carta per l’Italia e per l’estero. Meglio ancora se si attiva anche il servizio sms di notifica transazioni: consentirà di accorgersi subito di una truffa.

Scrive la blogger:

1- Cerca il numero di telefono dell’assistenza clienti e il numero del blocco carta per l’Italia e per l’estero e copialo in 3 post-it diversi.
Un biglietto lo porterai con te, uno lo appenderai in un posto visibile a casa tua (bacheca, frigo, scrivania), il terzo lo darai ad una persona che puoi contattare in caso di problemi (partner, un famigliare, un amico).
(…)

2- Attivare il servizio Notifica SMS della carta di credito. È un servizio a pagamento che ti notifica in tempo reale ogni accredito che fai con la carta. Riceverai un SMS Alert in cui ci sarà scritto l’importo della spesa effettuata, l’orario e il servizio richiesto (o dove hai comprato l’articolo).

(…)
Torniamo a noi. Attivato il servizio SMS e trascritti i numeri di emergenza sui post-it, per averli sempre a portata di mano in caso di bisogno, puoi rilassarti e stare tranquillo perché in questo modo ti sarai tutelato in caso di clonazione della carta di credito.

Una volta che è avvenuto il furto, invece, bisogna fare così.

1- Telefonare al servizio clienti. Una voce registrata ti elencherà le varie opzioni e tu dovrai cliccare il numero relativo all’opzione che ti interessa. Nel mio caso era: “parla con un operatore” per problemi relativi alla c.credito.
Quando ti risponderà l’operatore del customer-care spiegagli che ti hanno clonato la carta e che vuoi bloccarla immediatamente.
Lo farà lui direttamente on-line, prima però devi fornirgli alcuni dati tra cui il numero della carta, il nome dell’intestatario, il numero di telefono e l’indirizzo di posta elettronica.
Fatto questo riceverai una email con tutta la procedura da seguire. Simile a questa:

Gentile Cliente,
come anticipato telefonicamente Le confermiamo il blocco della carta di credito i cui dettagli sono riportati in calce.

Per la contestazione degli eventuali movimenti non riconosciuti, è necessario inviare tramite fax al numero (xxxx) una dichiarazione firmata di disconoscimento, la copia della denuncia e la fotocopia fronte/retro della carta tagliata a metà.

NOTE: per fare denuncia alle forze dell’ordine è richiesta la stampa dei movimenti del giorno/i con l’addebito/i incriminato/i.
La ringraziamo per averci contattato.
I migliori saluti

Infine le azioni cruciali per recuperare i soldi rubati dal clonatore.

1. Stampare l’estratto conto con la transazione incriminata.
Questa operazione, se è possibile, è meglio farla PRIMA di bloccare la carta di credito perché altrimenti rischi, una volta richiesto il blocco della carta, di non essere più in grado di accedere ai dati bancari e stampare una copia. Questo vale soprattutto se utilizzi un Banking Online.

NOTA: In caso non puoi accedere alla pagina per stampare i movimenti bancari puoi recarti alla tua banca, spiegare all’impiegato cosa ti è accaduto e chiedere se è possibile avere una copia dei movimenti del giorno in cui si è verificata la transazione illecita.

(…)

RICORDA: Se vai in banca non dimenticarti di chiedere anche il modulo per fare la dichiarazione firmata di disconoscimento. A me l’ha fatta direttamente l’impiegato altrimenti puoi tranquillamente scriverla tu o scaricarla da internet. Esempio di modulo: scaricalo in PDF (61 kb).

2. Fare denuncia alle forze dell’ordine (carabinieri, polizia ecc…). Trova un paio d’ore di tempo per andare a fare denuncia. La procedura è veloce, circa 15 minuti, ma l’attesa spesso è lunga.
NOTA: Ricordati di portare con te la copia della stampa dell’addebito incriminato.

(…)

3. Tagliare la carta di credito ormai inusabile e fare una stampa fronte/retro della stessa.

A questo punto dovresti avere 3 fogli:

Il foglio con la dichiarazione firmata di disconoscimento.
Il foglio di Denuncia alle forze dell’ordine.
Il foglio con la fotocopia della carta tagliata a metà.
L’ultima cosa da fare: inviare un fax al numero fornito via email dal customer-care (alcuni richiedono una Raccomandata A/R). Il fax arriverà alla società che ha bloccato la carta, in modo da consentire l’avvio della procedura per l’eventuale risarcimento del danno.

Ti consiglio di adottare queste precauzioni perché se riesci a bloccare celermente l’addebito fatto da ignoti, metti in atto un meccanismo per cui la società della carta di credito non dovrebbe, il mese successivo, accreditarti questi soldi sul conto corrente e possono fare in tempo perfino a bloccare la transazione del cracker. (Tiè!)
In caso ti sia già stato accreditato l’addebito sul conto corrente puoi richiedere il rimborso seguendo la procedura sopraelencata.